Alia, Solstizio d’Estate alla Gurfa. Vescovo Marciante: “Luogo Universale per le riflessioni sulla Luce”

Venerdì, 24 Giugno 2022 23:52 Scritto da  Pubblicato in Alia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Martedì  21 giugno 2022 si è svolta ad Alia una giornata di studi sul complesso rupestre della Gurfa, organizzata dal Comune.

La prima parte dell’incontro si è tenuta la mattina con la visita al sito archeologico, ed erano presenti oltre al sindaco dott. Antonino Guccione e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, il Vescovo di Cefalù mons. Giuseppe Marciante, la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, il prof. Carmelo Montagna, ed inoltre l’on. Alberto Samonà, Assessore regionale beni Culturali, l’on. Alessandro Aricò, Assessore regionale Istruzione e formazione Professionale e l’on. Totò Cordaro, Assessore regionale Territorio e Ambiente.
A guidare gli intervenuti all’interno del monumentale vano campaniforme il prof. Carmelo Montagna, architetto e storico dell’arte che da più un ventennio si dedica allo studio sistematico di questa straordinaria architettura della sottrazione, ha illustrato gli studi portati avanti in questi anni  e ha ringraziato il lavoro di promozione e valorizzazione svolto dall’associazione BCsicilia che tra le diverse iniziative sta lavorando sul  tema prevedendo conferenze e seminari, suscitando anche  l’interesse del maggior storico dell’architettura specialista sull’argomento il prof. Guglielmo Bilancioni della Facoltà di Architettura di Genova. Si è inoltre soffermato sul tema “Axis Mundi. Effetti Cromatici e di Luce alla Gurfa nel Solstizio d’Estate”, nel cuore della Sikania protostorica all’interno della Tholos  tutto si fa chiaro nell’essenza della Ierofania, di “un grande vuoto pieno di Luce” nel giorno del Solstizio d’Estate, ritualità della “Sacra liturgia del Tempo Cosmico”, nell’Ora Terza e nell’Ora Sesta, la natura progettuale e “Dedalica” di questa Grande Architettura.
Afferma Montagna: “Assistere in diretta a tale manifestazione luminosa al mezzogiorno solare  resterà come esperienza vissuta nel cuore e nella memoria del vasto pubblico partecipante, fra silenzi, emozioni e stupore. Per quanto mi riguarda ringrazio in particolare S.E.R. Mons. Giuseppe Marciante Vescovo di Cefalù, che ha colto nel segno sul “che farne per il dopo”, con la profonda semplicità della sua proposta: “deve diventare il luogo universale per riflessioni sulla luce”.
La giornata è continuata con la visita al Museo Civico e con la degustazione di prodotti tipici, per poi proseguire nel pomeriggio in piazzetta Garibaldi con il tavolo tecnico “La Gurfa oggi: Studio e confronto sulle prospettive di ricerca nel sito e quali ricadute nel territorio”, al quale hanno partecipato oltre al Vescovo e al prof. Montagna già presenti nella prima parte della giornata, la dott.ssa Monica Chiovaro, della Soprintendenza di Palermo, il prof. Ferdinando Maurici, Soprintendente del mare, la dott.ssa Roberta Varriale del C.N.R-ISMED Napoli e il prof. Massimo Cultraro del C.N.R di Catania, entrambi intervenuti da remoto in quanto impossibilitati ad essere in presenza per impegni pregressi, e il dott. Salvatore Di Paola della Coop. Sociale “Il Segno”. Moderatore il sindaco di Alia dott. Antonino Guccione.
Interventi e confronti molto interessanti che hanno evidenziato la singolarità e l’importanza del sito e la volontà di tutti gli intervenuti, accademici e rappresentanti della politica di voler lavorare e collaborare affinché il sito diventi il fulcro di un percorso di valorizzazione dell’intero territorio.
Elisa Chimento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.