La regista sciarese Liliana Sinagra dirigerà: "Caffé notturno", ispirato ad un'opera di Pirandello

Lunedì, 01 Novembre 2021 17:30 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il primo week end di novembre al Fontarò Circolo Arci di Palermo, andrà in scena "Caffè notturno" un atto unico liberamente ispirato a L'uomo dal fiore in bocca di L. Pirandello,
ideato da Stello Pecoraro, che seguendo il suo desiderio di portare sul palco un classico senza tempo, dolorosa riflessione sulla vita e la morte, ha riscritto il copione raccontando anche della vita di chi accetta la sua esistenza senza tante pretese o di chi lotta per la sopravvivenza in questa società, pur restando solamente uno tra tanti. La regista dello spettacolo, Liliana Sinagra, definisce Caffè Notturno un contenitore in cui il testo originale di L. Pirandello, viene accostato alle storie dei due coprotagonisti, interpretati dalla giovane e brillante Irene Costantino e da Pino Tripli. In un'atmosfera senza tempo gli attori sul palco offriranno allo spettatore uno messa in scena senza fronzoli, essenziale ma efficace, in cui non mancherà una riflessione intima dell'autore sul teatro. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Zeta di Termini Imerese diretto da Piero Macaluso. Ingresso a pagamento- riservato soci ARCI, obbligo di green pass - tel. e info al   329 321 0304
5 - 6 novembre 2021 ore 21.007 novembre ore 19.00

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.