Si presenta il libro “Nobilis in strumenta”. Suppellettili liturgiche, ex voto e parati sacri nelle chiese di Petralia Sottana

Mercoledì, 14 Ottobre 2020 13:13 Scritto da  Pubblicato in Petralia Sottana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sarà presentato domenica 18 ottobre alle ore 16,00 nella Chiesa Madre di Petralia Sottana il libro “Nobilis in strumenta”. Suppellettili liturgiche, ex voto e parati sacri nelle chiese di Petralia Sottana, curato da Salvatore Anselmo, Rosalia Francesca Margiotta e Maurizio Vitella.

Presentazione di Santo Scileppi,  Edizioni Arianna 2020.
Interverranno all’incontro: il Vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante, il Sindaco Iuri Neglia, Evelina De Castro, Direttrice della Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis, l'Amministratore Parrocchiale don Giuseppe Murè, gli autori e l'ideatore e promotore dell'opera don Santo Scileppi, già parroco, e l'editore.
Temi del libro sono l’aulica produzione siciliana di preziosi monili in oro, smalti, corallo e pietre preziose, la superba creatività nel modellare suppellettili liturgiche in argento e l’eccellente tradizione manifatturiera di parati sacri. Al lettore viene svelata un’eccezionale collezione di opere d’arte decorativa di cui si fornisce un’analitica catalogazione. Ciascun manufatto, doviziosamente descritto, è contestualizzato nella pertinente temperie storico culturale di cui è espressione. L’ampia rassegna comprende opere realizzate dal X al XIX secolo e conservate nelle chiese di Petralia Sottana, centro delle alte Madonie. Il forte sentimento devozionale e la sensibilità nel dare splendore al Mistero eucaristico sono tra le motivazioni che hanno sollecitato la generosa committenza di confraternite, compagnie, pii fedeli, nobili, come i Pucci e i Lanza, badesse o prelati, come don Pietro Macaluso I e don Nicola Maria Polizzotti. Grazie alla loro munificenza, spesso eternata da iscrizioni o dedotta da ricerche documentarie, la comunità madonita possiede importanti tesori prodotti dalle più ricerca- te maestranze non solo regionali, ma anche internazionali. Si offre, dunque, la conoscenza di un patrimonio di grande interesse di cui è auspicabile, attraverso un’adeguata musealizzazione, una valorizzazione permanente.
Salvatore Anselmo, dottore di ricerca in Storia dell’arte Medievale, Moderna e Contemporanea in Sicilia, è docente a tempo indeterminato di materie letterarie nella scuola se- condaria di I grado. Già professore a contratto presso l’Università degli Studi di Palermo, è cultore della materia per la Cattedra di “Museologia e Storia del Collezionismo per le Arti decorative” presso il Dipartimento Culture e Società dello stesso ateneo. Ha scritto su rivi- ste e cataloghi di mostre ed ha partecipato a convegni nazionali e internazionali. Tra i suoi saggi Coralli, ori, pietre preziose e argenti nella collezione del principe Antonio Ruffo della Scaletta e Sculture senesi del XIV e degli inizi del XV secolo in Sicilia: Goro di Gregorio e il monumento funebre del vescovo Guidotto d’Abbiate della Cattedrale di Messina. Ha cura- to il volume I Tesori delle chiese di Petralia Soprana e, insieme a Maria Concetta Di Natale e Maurizio Vitella, La Mostra d’Arte Sacra delle Madonie di Maria Accascina. Il catalogo che non c’era. Tra le sue ultime monografie Polizzi. Tesori di una città demaniale; Le Madonie. Guida all’arte e Pietro Bencivinni “Magister civitatis Politii” e la scultura lignea nelle Madonie.
Rosalia Francesca Margiotta è docente a contratto di Storia dell’arte moderna e contemporanea per il Corso di Architettura e ambiente costruito, sede Agrigento. Nel 2010 ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell’arte Medievale, Moderna e Contemporanea in Sicilia. È borsista presso l’ateneo palermitano e cultore della materia per la Cattedra di “Museologia e Storia del Collezionismo per le Arti decorative”. Partecipa all’organizzazione scientifica dell’Osservatorio delle Arti Decorative in Italia “Maria Accascina”, strumento del Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo con sito on line (www. unipa.it/oadi), fondato e diretto da Maria Concetta Di Natale. Si è principalmente occupata di studi e ricerche d’archivio sulle arti figurative e decorative nelle collezioni siciliane ed europee di età moderna e contemporanea. Ha scritto numerosi testi scientifici in varie riviste specializzate e volumi collettanei. Ha partecipato a diversi convegni di studio con pubblicazione degli interventi nei relativi atti. Tra le monografie si ricordano Tesori d’arte a Bisac-quino e Una galassia seminata di stelle. Il festino di Santa Rosalia in una cronaca del 1693.
Maurizio Vitella è professore associato di Storia dell’arte moderna presso il Dipartimento “Culture e Società” dell’Università degli Studi di Palermo. Nel 1996 ha conseguito il dottorato di ricerca in disegno industriale, arti figurative e applicate al Politecnico di Milano. Tra il 1999 e il 2002 si è specializzato in “Riconoscimento, analisi e catalogazione dei tessuti an- tichi”, “Riconoscimento dei punti e delle tecniche del ricamo” e “Manutenzione e restauro dei tessuti antichi: introduzione metodologica e primi interventi” presso la Fondazione Arte della Seta Lisio di Firenze. Dal 1995 al 1997 ha lavorato come storico dell’arte e catalogatore presso la Soprintendenza di Trapani. Dal 1998 al 2008 ha svolto le mansioni di bibliotecario vicedirettore presso la biblioteca Fardelliana di Trapani e dal 2010 al 2015 è stato vicepresidente della Associazione Musei Ecclesiastici Italiani. Ha realizzato numerosi saggi, articoli, monografie nonché curatele di mostre e allestimenti museali (Alcamo, Erice, Salemi e Termini Imerese). È membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Erice Arte.
Santo Scileppi, autore del libro La bellezza del volto di Dio, Edizioni Arianna 2013,  è nato nel 1968, a Polizzi Generosa (Pa). Diplomato all’Istituto Statale d’Arte di Cefalù nel 1988. Negli anni dell’adolescenza, prima di entrare in Seminario, ha fatto l’esperienza lavorativa da falegname. Ordinato presbitero della Chiesa di Cefalù il 5 luglio 1997; ha conseguito, nello stesso anno, il Baccalaureato in Sacra Teologia nella Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia in Palermo.
Licenziato in Teologia Fondamentale e specializzato in Beni Culturali della Chiesa presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma. Nel 2009 ha conseguito il Dottorato in Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma.
Durante il soggiorno romano ha prestato il suo servizio presbiterale nella Parrocchia “Gran Madre di Dio” a Ponte Milvio. Dal 1999 al 2009 è stato Parroco di Gratteri (Pa) e dal 2009 al 2019 di Petralia Sottana.
Ha Insegnato Teologia Fondamentale e Introduzione Generale alla Sacra Scrittura presso l’Istituto di Scienze Religiose “Mons. Mariano Campo” in Cefalù.
È stato direttore dell’Ufficio Tecnico Diocesano.
Attualmente è Amministratore della Parrocchia Santa Maria Maggiore di Geraci Siculo e parroco della Parrocchia Madonna delle Nevi in Piano Battaglia, nonché Rettore del Santuario della Madonna dell’Alto, il Santuario Mariano più alto d’Italia.
Assistente spirituale dell’Arma dei Carabinieri in congedo e direttore dell’Unione Apostolica del Clero della Diocesi di Cefalù.
Collabora dal 1997 con il Cardinale Fiorenzo Angelini, presidente dell’Istituto Internazionale di ricerca sul Volto di Cristo.
Ha pubblicato: San Gandolfo da Binasco, ristampa con l’aggiunta di nuovi articoli sul rapporto tra teologia e arte, collana diretta da S. Ecc. Mons. Cataldo Naro, arcivescovo di Monreale, 1998; Santa Lucia, martire fedele di Cristo, 2000; Il Volto di Dio. Cristo splendore del Padre, tesi di licenza conseguita alla Gregoriana con S. Ecc. Mons. Rino Fisichella, con Presentazione del Cardinale Fiorenzo Angelini, 2003; Il Volto di Cristo nel volto della Chiesa, 2005; I tesori delle Chiese di Gratteri, 2005; Padre Sebastiano da Gratteri e il volto di Cristo, 2009; L’abazia di San Giorgio e i Premostratensi a Gratteri, 2009; Cercherò le mie pecore e ne avrò cura, 2009. Ha scritto diversi articoli per alcune riviste.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.